CONVEGNO

Il Pretermine e la disfunzione cerebrale minima: un percorso trasversale nella D.C.M.

 

18-19-20 novembre 2005

Il Convegno vuole essere un percorso trasversale nella D.C.M. Coinvolge tutte le professionalità (medici, fisioterapisti, terapisti della neuropsicomotricità, logopedisti) che il bambino pretermine a rischio di D.C.M. incontra nel suo cammino, dai prissimi momenti di vita all’inserimento nella scuola elementare.

 

Il Convegno si prefigge di promuovere un linguaggio comune, di favorire un consenso sull’identificazione degli “indici prognostici” e di diffondere la progettazione di un lavoro principalmente preventivo.

 

L’assunto di partenza è che “il 40-50% dei bambini con peso alla nascita al di sotto dei 1000/1500 grammi necessitano di insegnante di sostegno alla scuola elementare” (Atti del Convegno “Il prematuro e la riabilitazione”).

 

Da questa premessa nascono gli interrogativi a cui il Convegno vuole offrire adeguate risposte:

 

  • Quanto le prime esperienze di “imprinting negativo” (stress da T.I.N., separazione, deprivazione sensoriale, ecc.) condizionano negativamente le basi e, quindi, l’armonia del futuro sviluppo psicomotorio?
  • Quanto un segno prognostico, non individuato al momento opportuno, può poi amplificarsi con il passare del tempo e eventualmente interessare altre aree?
  • E’ modificabile quella che sarà la “storia naturale” del bambino con D.C.M.?
  • Una buona “care”, un buon accudimento abilitativo (inteso come promozione dello sviluppo psicomotorio tramite la facilitazione delle normali attività  quotidiane) condiviso con i genitori, può migliorare la qualità dell’organizzazione neurocomportamentale del  bambino?

 

Horizon S.r.l. - Via F. Cappiello, 14 - 80046 San Giorgio a Cremano (NA)

Partita IVA: 06535380635 - Info aziendali

Copyright © 2018 Horizon Srl. Tutti i diritti riservati